Italia Baltico

I commenti delle Imprese Italiane sul Baltico. 14 ragioni per far parte della comunita´ Nordica B2B di B2BALTIC.

Una breve premessa: Italia Baltico Trading Club e´ la comunita´ che ha avuto piu´ successo dal 2013 tra gli imprenditori Italiani e Nord-Europei. Dal 2016 si e´ guadagnato di essere una “facility” riconosciuta dalla comunita´ B2B Nordico-Baltica, integrata sulla piattaforma di trading e sul sito di stampa. La caratteristica: importazioni ed esportazioni generali, integrazione software, smart-cities, innovazione, WebTV, eventi di business networking in 9 paesi in palazzi bellissimi.

Italia Baltico - Italy Baltic in B2BALTIC, Live Abbiamo bisogno di internazionalizzare, di crescere all´estero, di esportare il nostro made-in-Italy, il nostro talento, perche´ siamo motivati e convinti che abbiamo qualcosa di valido in mano che merita di essere esportato. Ma e´ arduo trovare una struttura che oltre ad essere competente, abbia veramente molti contatti, e sia capace di capire le esigenze di noi Italiani, la nostra passione, capire il nostro modo di fare, che non e´ proprio quello tipico del Nord Europa. Qualcuno capace di capire il nostro prodotto, un impianto, un software, un´abito, una eccellenza di tipo gastronomico, che in fondo viene ricercato, e che puo´ essere potenzialmente amato e apprezzato praticamente da tutti anche fuori Italia. Abbiamo scelto di lavorare con la comunità Nordica Baltica di B2BALTIC fondamentalmente per queste ragioni:

1) Sono una comunita´ nuova, lanciata nel 2014, frutto di un lavoro diplomatico internazionale, che ha dimostrato di crescere velocemente su tutti i networks, dal retail al tech, usando non solo i vecchi canali ma bensi´ usando nuovi strumenti di comunicazioni, nuove tecniche di marketing & engagement, trovando un compromesso tra modelli di business Scandinavi, Tedeschi, Americani e ora anche Italiani.

2) Sono B2B, non B2C, quindi focalizzati nell´assistenza alle imprese e negoziazioni tra imprenditori e dipartimenti. Anche per questa ragione raggiunsero gia´ i 10.000 membri locali appena in 20 mesi dal lancio, raggiungendo fino ad oggi una punta di 50.000 utenze libere globali.

3) E´ una struttura senza scopo di lucro, quindi non banalmente focalizzata al “business” bensi´ interessata prima di tutto ai rapporti sociali, all´impatto pubblico, agli sviluppi e all´innovazione. Dentro la comunita´ o nella sua orbita, vediamo poi migliaia di aziende partecipanti e contributori “puramente business” come noi, destinati a divenire i nostri potenziali clienti, o fornitori, partners, o investitori; i cosiddetti “business developers” anche facilitatori e venditori, che ci vengono assegnati dalla comunita´, loro capiscono bene cosa vuol dire far business, e ricevono incentivi a seconda dei loro risultati; i costi di partenza sono onesti.

annuncio del 2016 per il nuovo punto di Genova

4) Creano, appoggiano e sponsorizzano attivita´ di networking, adoperando anche LinkedIn, WordPress, Twitter, Facebook, il podcasting, webcasting e la WebTV che piacciono molto e fanno audience. Dispongono dei piu´ grandi gruppi di LinkedIn della loro area. I loro gruppi, a differenza degli altri mangiati dallo spam, sono severamente moderati, e gli accessi sono ristretti.

5) La comunita´ comprende 9 paesi bagnati dal mar Baltico: i 2 Nordici che sono anche considerati i piu´ benestanti d´Europa, Svezia, e Finlandia, piu´ la Danimarca; poi i 3 paesi Europei emergenti col piu´ alto tasso di crescita al mondo Estonia, Lettonia e Lituania; seguono le 2 grandi piazze, la Polonia e la Germania; infine la porta Russa sul Baltico rappresentata dalla grande metropoli di San Pietroburgo.

6) Nonostante la nuova guerra “fredda” tra Russia e occidente dal 2014, la loro comunita´ non ha chiuso le porte ai Russi e agli scambi; la parte occidentale della Russia, considerata anche di radice Baltica, e la Bielorussia a pochi chilometri dalla Lituania, offrono l´accesso al mega-mercato Russo grazie a un ponte Baltico che raggiunge Mosca e la Siberia.

7) La comunita´ ha buone relazioni col mercato tedesco, che e´ un buon investitore sul Baltico, anche grazie all´integrazione col network DACH-I il quale gia´ vedeva il mondo Tedesco (Germania, Austria e Svizzera) dialogare con l´Italia dal 2006.

8) Sono gli unici ad aver creato un network Italiano-Baltico in continuo sviluppo: l´Italia Baltico Trading Club, comprende piu´ realta´ nonprofit e imprenditoriali miste; e´ facilitatore per le esportazioni e internazionalizzazioni, ma anche per scambi culturali grazie alla presenza di professionisti del mondo accademico: per esempio e´ il caso della Fondazione Alma Mater di Bologna partner della crescita culturale di Italia Baltico, che tra l´altro e´ rinomata per essere la piu´ antica al mondo.

9) I rapporti internazionali sono bidirezionali, invece che semplicemente unidirezionali: questo significa, la comunita´ propone il mercato Baltico agli Italiani, e l´Italia ai Baltici, favorendo uno scambio culturale, economico e sociopolitico ad ampio spettro d´azione.

10) Sono innumerevoli le facilitazioni offerte ai membri, compreso servizi telematici, applicazioni, cittadinanza-digitale in Estonia (l´unica e-cittadinanza al mondo con accesso totale all´e-government, e Italia Baltico fu la prima a sponsorizzare il nuovo corso digitale dell´Estonia in Italia, ricevendo una anteprima dalle autorita´ Estoni); ci sono gruppi di lavoro che comprendono oltre 10.000 iscritti: il gruppo business networking generale regionale, gruppo ricerche di mercato, gruppo retail, gruppo immobiliare, gruppo chimico e farmaceutico, gruppo high-tech, gruppo legale e contabile, gruppo marketing & pubblicita´, gruppo prodotti di lusso con Luxury Nordic Hub LNH, e il nuovo gruppo startups.

11) La comunita´ anche seleziona casi e progetti eventualmente eleggibili per ricerche di finanziatori e crowdfunding, particolarmente supportando e facilitando il lancio e la distribuzione di una vasta gamma di prodotti (per esempio prodotti innovativi, per smartcities, per la sicurezza, etc), investendo proprie risorse.

12) La comunita´ si basa anche su lavori volontari guidati da passione di membri liberi e networkers professionisti del digitale, editors e giornalisti: per questo vengono anche supportati, sponsorizzati e lanciati non raramente eventi, servizi o prodotti considerati socialmente utili persino senza costi aggiuntivi; l´impronta sociale della struttura e´ molto visibile.

13) Il dipartimento di Italia Baltico dentro B2BALTIC sta gia´ lavorando dal 2016 per internazionalizzare due citta´ pilota in Italia: caso di Genova e Bologna, coinvolgendo imprenditori, aeroporti, e accademici. Il modello e´ in fase sperimentale.

14) Gli Italiani possono richiedere spazi per le loro conferenze, meetings, colazioni di lavoro collettive, esposizioni, sfilate, in ogni citta´ Nordica e Baltica, e in Italia a Milano, Genova, Bologna e Forlì-Cesena; a disposizione a scelta strutture moderne ad alta tecnologia, oppure classiche in palazzi d´epoca o castelli prestigiosi, da sempre perfette locations per appuntamenti d´affari importanti o conferenze nazionali. Auto di lusso e catering di livello sono anche richiedibili in ogni momento. Hanno tutto per il B2B.

Questo e´ quanto riassunto mettendo insieme i commenti di Italiani che rispondono alla domanda “perché B2BALTIC”.

B2BALTIC aggrega il frammentato mondo Baltico, e semplifica i passaggi.

Il mondo imprenditoriale Nordico Baltico e´ estremamente frammentato, disperso su enormi territori prevalentemente coperti da foreste e climi rigidi. Rappresenta un mercato non cosi´ grande dal punto di vista del numero di utenze residenziali e commerciali: appena 26 milioni di abitanti totali in 6 nazioni, non considerando la Russia, Polonia e Germania che contano 250 milioni di abitanti. Per noi e´ un grande lavoro quotidiano perche´ la frammentazione geografica del Baltico rende gli sviluppi di importazione, espansione e ogni azione di marketing molto complessa. Da anni lavoriamo per semplificare i passaggi, migliorare i rapporti tra gli stessi Stati, e trattare schematicamente il Baltico come una entita´ unica invece che un conglomerato di paesi. Le lingue, culture, abitudini e qualita´ della vita sono anche molto diverse tra loro, l´evoluzione della ricchezza si e´ propagata in modo non uniforme per giunta. Comunque, l´alto livello di educazione dei paesi Nordici/Baltici (praticamente tutti hanno almeno una laurea) e il talento nell´uso delle lingue straniere, fanno la differenza. Le tre lingue forti comuni sono il Russo, lo Svedese e l´Inglese, quest´ultimo di ampia diffusione in tutti i paesi dell´area, Russia a parte. Nella foto una statistica di B2BALTIC del 2017: la mappa mette in luce delle aree che hanno generato i maggiori traffici durante l´anno: in testa nel 2017 era Estonia, Lettonia, Finlandia, Italia e sorprendentemente anche il Regno Unito, piu´ degli altri.

I settori dove B2BALTIC e Italia Baltico lavorano maggiormente e nuove prospettive.

  • Supporto completo ai processi di internazionalizzazione, localizzazione;
  • Mobili, moderni o di legno, design di lusso, residenziale e commerciale;
  • Impianti di automazione di edificio, condizionamento e risparmio energetico;
  • Tecnologie sociali, per la sicurezza e il controllo nelle citta´ (smartcity);
  • Transazioni immobiliari commerciali e sviluppi, costruzioni e materiali;
  • Prodotti cosmetici per la cura estetica, igiene, nutrizionali;
  • Alimentari, vini e prodotti tipici gastronomici;
  • Prodotti artigianali di lusso e restauri, conservazione delle belle arti;
  • Contabilita´ e assistenza legale (oltre 140 avvocati su tutto il territorio ed esperti economici e di tasse);
  • Viaggi aziendali.
  • Prodotti vari.

Viaggi aziendali.

Il settore viaggi tra Italia e Nord Europa non puo´ restare fuori dal progressivo aumento del turismo da/verso Italia. I clienti Italiani business possono contare sulla comunita´ B2BALTIC per l´organizzazione di viaggi aziendali a Helsinki, Riga, Tallinn, Stoccolma, Klaipeda, Vilnius, San Pietroburgo. Possibile richiedere supporto per partecipare a Fiere espositive, traduzioni di documenti e interi siti web, uffici temporanei e business-rooms di varia metratura. Non manca anche la possibilita´ di visitare le citta´, luoghi storici molto caratteristici, mercatini, musei e con una guida accompagnatrice esperta locale ovunque. Per chi vuole trasferirsi sul Baltico per lavorare piu´ da vicino al mercato target, la comunita´ offre maggiore supporto locale, oltre domiciliazioni e disbrigo pratiche.

 

Approccio sociale invece che clientelare: il principio di B2BALTIC.

Un altro elemento che contraddistingue la comunita´ B2BALTIC e´ l´approccio completamente nuovo nel business voluto dal promotore dell´iniziativa Daniel Janetschek. DJ, imprenditore, angel-investor, con le sue relazioni internazionali nell´imprenditoria Europea lancio´ l´hub Nordico nel 2014. La differenza sostanziale e´ costituita da tre fattori: A) il membro contribuente non e´ cliente ma partner, quindi il rapporto tende ad essere piu´ empatico invece che essere il classico cliente/fornitore; l´obiettivo e´ ampliare la comunita´ creando solidi rapporti coi membri importatori ed esportatori; B) l´uso dei sistemi telematici con sicurezza SSL, e i “social medias”, per ampliare gli audience, comprare, vendere e promuovere di piu´; C) il metodo prevede ricompense secondo un criterio meritocratico o di utilita´ sociale: la ricompensa non e´ fatta a forma di moneta ma di promozione, col criterio che prodotti buoni, vincenti o utili vengono amplificati. Non solo aziende ma anche professionisti singoli possono partecipare. E´ un hub di business sociale che vuole anche investire e puntare sui migliori. Prendiamo etica e societa´ seriamente.

Sviluppi futuri nelle relazioni con l´Italia e i nuovi servizi digitali.

B2BALTIC ha iniziato nel 2017 a lavorare sulla diffusione del servizio WebTV anche con l´Italia, con l´integrazione dell´infomercial (la nuova generazione di televendita), dei webinars (o seminari online con workshops), e delle live (dirette) streaming su molteplici canali internet per amplificare l´effetto dei meetings. Per esempio, durante incontri di networking tra produttori e compratori, sara´ possibile avere collegamenti con ospiti o utenti remoti, consentendo ai non-presenti di partecipare da distante all´evento B2B. Quindi anche le imprese Italiane riceveranno piu´ strumenti per potenziare il loro business all´estero, ammettendo interazioni da computer e smartphone dal 2018 anche in lingua Italiana. La comunita´ sta investendo risorse economiche per migliorare i rapporti con l´imprenditoria Italiana e incrementare le esportazioni e le startups Italo-Baltiche.

Links utili, articoli e riferimenti (in inglese).

Modalita´ di partecipazione al trading. Come?

La partecipazione al trade Italia Baltico richiede la preventiva registrazione all´hub Nordico Baltico B2BALTIC. L´iscrizione alla comunita´ e´ aperta gratuita a tutte le aziende Italiane per una prima valutazione della loro attivita´ e prodotto o servizio. La contribuzione annuale e´ poi gratuita per le aziende registrate alle camere di commercio di almeno uno dei 9 paesi Nordico/Baltici. La contribuzione annuale e una certificazione di partenza (esaminazione) sono necessarie per le aziende esterne al Baltico. Il contributo annuale sociale dipende dal numero di ore di lavoro che vengono preventivate per l´assistenza al nuovo membro/partner Italiano, con un minimo annuale di 490 euro nette. L´esaminazione, studio, certificazione e attivazione account aziendale nella comunita´ richiede un contributo una-tantum di 500 euro nette. Viene offerto un servizio di networking nazionale Italiano gratuito che consente ad imprenditori Italiani anche “non contributori/non attivati” di promuovere alcuni dei loro prodotti, eventi o iniziative dentro il territorio Italiano, utilizzando il bacino dei membri Italiani di Italia Baltico e di alcune aziende Baltiche selezionate. Questo servizio offerto gratuitamente e´ sperimentale e richiede moderata abilita´ nell´uso di LinkedIn (in caso di bisogno, potete “noleggiare” i nostri esperti di media-marketing). A questa iniziativa partecipano circa 1400 professionisti registrati.

Per partecipare alle attivita´ internazionali raccomandiamo il primo passo:

1) compilare qui l´applicazione su B2BALTIC.org in inglese richiedendo il servizio professionale e altri servizi secondo le preferenze del nuovo membro aziendale.

2) versare una quota contributiva per il primo anno di 990 euro (490+500 come descritto sopra) e 20% IVA se applicabile (in molti casi possibile la conversione IVA). Questa contribuzione e´ sufficiente per lavorare con Italia-Baltico e venire sponsorizzati dal club stesso ottenendo visibilita´ e nuovi partners locali, o un aiuto specifico su un trading focalizzato.

Per i piu´ esigenti suggeriamo di aggiungere un pacchetto marketing con almeno 24 ore di lavoro aggiuntive per 500 euro una-tantum, per impiegare il nostro personale multi-lingua su una piu´ intensa attivita´ di scambio. Tutti i pacchetti aggiuntivi possono essere monitorati on-line durante le esecuzioni. Per gli utenti business che non se la sentono di usare l´inglese, invitiamo a contattare direttamente dalla pagina di facebook il team B2BALTIC SOCIAL il quale risponde generalmente in poche ore. Il supporto totalmente in lingua Italiana, prevede un contributo aggiuntivo ma e´ sempre garantito. Lavora con noi di Italia Baltico per rendere forte l´Italia al Nord Europa, lavorare con una squadra in gamba, e perdere meno tempo.

 

Tutti i diritti sui marchi, loghi e foto sono riservati © B2BALTIC.org – Note legali e condizioni di uso sono pubblicamente esposte visionando il link del nostro sito stampa a fondo pagina.

Write your feedback about this page